La Sciamana e il Testimone (feat. OvO + BolognaViolenta)

from by MARNERO

/

about

Marnero + Bruno Dorella e Stefania Pedretti (0v0) + Nicola Manzan (Bologna Violenta) + Matteo Bennici

lyrics

LA SCIAMANA
L’uomo nasce e muore. Nel mezzo vive.
Dimmi, se sei morto, dove è la tua tomba?
Creature smarrite nell’illusione si risvegliano
solo con un chiodo piantato dentro al piede.
Tutto viene dall’acqua.
Le condizioni si sono determinate.

IL TESTIMONE
Non fuggire, né galleggiare,
ci deve essere un modo altro.
Non negare né annegare, ad un passo dallo schianto.
Non c’è, sotto il tappeto, niente di ciò che hai perso.
Niente dietro la tenda, in un senso o nel suo inverso.
Se guardi dentro l’abisso il sommerso ora è riemerso.
Se guardi dentro lo Specchio conti un numero
diverso. Sulla frontiera fra ascoltare e sentire,
fra sentire e comprendere, fra conoscere e agire,
fra luce e buio, fra mare e porto:
le cose avvengono sul bordo.
Dietro le quinte, improvvisamente
si alza il sipario, ma dietro non c’è più niente.
Dietro le quinte non c’è più niente.
Il teatro brucia, e nessuno si accorge di niente,
ma poi il tribunale brucia, il Testimone è uno di noi.
Ultima volta per le obiezioni respinte,
ultima volta per le obiezioni accolte.
C’è un’ultima volta per ogni cosa,
c’è un’ultima volta anche per le ultime volte.
Ultima volta per colpevoli e assolti,
ultima volta per le speranze di salvezza.
Niente è successo se nessuno lo racconta,
ma non abbiamo prove da portare in tribunale,
ma solo un Testimone di cui non ci si può
neanche fidare.
[Io lo so. So che è vero. Sono uno di voi. Sono voi.]
E anche se fossero solo parole,
qualcuno c’è che sta parlando.
Non negare né ignorare che il fallimento
è fino in fondo, ad un passo dallo schianto.
Il dolore è Testimone che la fine ci alita sul collo.
Alzare il bavero ed andare, ad un passo dal tracollo.
E anche se fossero solo parole,
qualcuno c’è che sta ascoltando.
Non negare né annegare quello che resta sul fondo,
ad un passo dallo schianto.

____________
Seduta al tavolo davanti allo Specchio, o dentro lo Specchio stesso, c’è una donna misteriosa. La donna è una Sciamana fuggita da un villaggio che ha conosciuto l’irreversibile e violento passaggio di stato da comunità di persone libere a società di schiavi consenzienti. Dallo Specchio profetizza l’arrivo di una Sciagura che in realtà è accaduta da tempo e accadrà per sempre: la Malora.
Mentre la Taverna, in effetti, sta collassando su se stessa, un uomo con la mano di legno che fuma la pipa commenta le storie altrui, senza svelare la propria. Si offre come Testimone, cercando la fiducia degli altri in un tribunale senza giudici, in un teatro senza quinte, in fiamme. Nel frattempo la Foresta ha invaso la stanza, l’acqua è penetrata dalle fessure, il Pendolo è in frantumi, lo spazio è ormai ridotto al minimo e Noi dobbiamo trovare una via di uscita, che infatti non c’è, ad un passo dallo schianto.

credits

from La Malora, released January 1, 2016
Bruno Dorella e Stefania Pedretti (OvO): tamburi e voce
Nicola Manzan (Bologna Violenta): violini e viola
Matteo Bennici: violoncello

tags

license

about

MARNERO Bologna, Italy

LA MALORA
Out 1 Jan 2016
preorder:
www.ilmarnero.com

shows

contact / help

Contact MARNERO

Streaming and
Download help

Shipping and returns