Ovunque naufragio

from by MARNERO

/

about

from "Naufragio Universale" out 18 Sept 2010

lyrics

OVUNQUE NAUFRAGIO

Il remo va a fondo e nascono i cerchi, concentrici ed equidistanti
e in mezzo ai rottami galleggianti gli sparvieri mi girano intorno a decine
Cara sirena che canti la fine, la mia volontà è di ferro, ma si intuisce che sott'acqua però arrugginisce,
come uno spirto guerriero in ossidazione
Ma è troppo tardi, lo so, per avere ragione, e non è facile riuscire a spiegare
il perché io continui a nuotare, e poi cosa rimane? Cosa rimane?

Non credi che ti sarebbe servito imparare l'apnea? Non senti l'acqua cercare l'imbocco della trachea?
E non dire che non lo sapevi, che la nave è costruita per colare a picco
e che non è l'iceberg che viene ad urtare ma siamo stati noi
Non vedi che ormai non c'è più niente da salvare? Da sostituire, commutare forse, ma da salvare no.
Non vedi che ci contendiamo un salvagente di carta, un remo spezzato? Fra gli squali sarai in salvo.
Maria Santissima del Naufragio, prega per la decomposizione rapida della carcassa,
impediscine il recupero, impedisci ogni sepolcro.
Barra a dritta verso il disastro e musica, maestro!

L'acqua attraversa di respiro le parole che diciamo.
Qua in fondo, cento squali e nessun padrone.
Il rumore in fondo al mare arriva attutito e tondo, deformato e meraviglioso
Sul fondo i rottami delle cose perse Lascia andare ogni appiglio, perchè le rivoluzioni
si ripetono in eterno e ridondano e ridondano
è il momento di interromperne la ripetizione
usando la tempesta, tu mollica di pane che affondi nel vasetto di miele
usa la tempesta per liberarti.
"Che gli occhi si tramutino in perle e dalle ossa nascano i coralli"
stai fermo finchè c’è questo scirocco, le decisioni si devono prendere
con il libeccio, e non credere più a nessuno,
aggiungi un trentaduesimo al tuo libro nero.
Dai balla ancora, balla, tu balla sul Titanic,
e ignora la grande balla, guardiamo in faccia la realtà:
la realtà è una faccia di cazzo e dunque sei proprio sicuro di volerti salvare?
maccosa. il vero nome è sussurrato nell’orecchio
sei proprio sicuro di volerti salvare?
Pianta una zucca marcia morta nel fondale
e attendi germogliare, ma dimenticala in fretta, perché le cose succedono solo quando uno non se le aspetta.
Queste però sono solo parole: I passi sono i tuoi, i passi sono i miei. Queste però sono solo parole.


[L’invenzione della nave implica in sé l’invenzione del naufragio. L’Effetto Pacman in natura si ha quando si va radicalmente in una direzione così tanto che alla fine si spunta improvvisamente dall’altra. Così, nell’abisso in cui si affonda volontariamente, oltre i resti di Atlantide, alla fine ci sarà nuova luce. La furia del mare pulisce ogni traccia di sepolcro, la forza della marea cancella ogni traccia dalla riva, e poi non resta più nessuno a raccontare. Così, con lo zaino vuoto da ricordi e da speranze, da passato e da futuro, si può piantare una zucca marcia e morta dalla quale nasce una nuova generazione, il seme di mille nuovi coralli.]

credits

from Naufragio Universale, released September 18, 2010
Prodotto, registrato e mixato Astudio
da Valero Fisik @ Hombrelobo, Roma, Giugno 2010
Masterizzato da James Plotkin

license

tags

about

MARNERO Bologna, Italy

QUANDO VEDRAI LE NAVI IN FIAMME SARÀ GIUNTA L'ORA
______________
Out 1 Oct 2018
preorder:
www.ilmarnero.com

contact / help

Contact MARNERO

Streaming and
Download help

Shipping and returns

MARNERO recommends:

If you like MARNERO, you may also like: